Bonus vacanze, 850mila voucher da spendere entro il 31 dicembre

Bonus vacanze, 850mila voucher da spendere entro il 31 dicembre

I buoni emessi nel 2020 possono essere ancora usati per servizi turistici nel 2021

Nessuna riapertura del termine per le richieste del bonus vacanze spirato a fine 2020. Ma gli 850mila voucher già emessi e non usati (che valgono oltre 350 milioni di euro) possono essere ancora spesi entro il 31 dicembre 2021, anche per l’acquisto di pacchetti turistici e anche presso agenzie viaggi e tour operator.

La legge 106/2021 di conversione del decreto Sostegni bis, entrata in vigore il 25 luglio, ha infatti esteso l’utilizzo ai pagamenti presso agenzie viaggi e tour operator, includendo, appunto, anche il pacchetto turistico: combinazione di almeno due tipi diversi di servizi turistici (ad esempio le offerte per viaggio e soggiorno o le soluzioni fly&drive) ai fini dello stesso viaggio o della stessa vacanza. Prima di tale modifica l’agevolazione era spendibile solo presso le singole strutture ricettive (comprendendo però eventuali prestazioni accessorie, come i servizi balneari, purché addebitati nella medesima fattura da un solo fornitore); non erano invece ammesse prestazioni rese da più fornitori.

È l’ennesimo tentativo di rilanciare un’agevolazione che non pare aver avuto il successo sperato: la dashboard dell’app IO ( https://io.italia.it/dashboard/#bonusvacanze ) indica che dei 1.885.802 bonus vacanze generati al 31 dicembre 2020 ne sono stati utilizzati circa 1,04 milioni. Se si considera che spetta un solo buono per nucleo familiare, ciò significa che ci sono circa 850mila famiglie che hanno un voucher pronto sull’app IO, ma non lo hanno ancora speso.

Il controvalore dei buoni emessi è di quasi 830 milioni, a fronte di uno stanziamento complessivo di 2,4 miliardi (il 70% delle risorse, quindi, non è stato impiegato). Il valore medio dei voucher è invece di 440 euro: poiché i tagli sono fissi (150 euro per i single, 300 per famiglie di due persone e 500 euro per gli altri nuclei), ne deriva che la maggior parte dei richiedenti è composta da famiglie di tre persone o più. Non è nota la composizione dei nuclei che hanno voucher non spesi, ma considerando il valore medio di 440 euro è lecito supporre che vi siano ancora circa 370 milioni spendibili per vacanze in ambito nazionale.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

il fiore uomosolidale