20 Settembre 2019
RSS Facebook
Sabato, 18 Gennaio 2014 20:39

Concluso l’incontro tra Berlusconi e Renzi

Perfetta sintonia di vedute, fischi e uova all’arrivo del cavaliere.

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

Per quanto sarà sembrato strano vedere il cavaliere entrare nella sede dell’odiato nemico, immaginarlo seduto sotto la fotografia di Fidel e Che Guevara, sarà sembrato ancora più inverosimile per molti del PD sentire dalla bocca del loro neo segretario che tra lui e l’ex premier ci sia “una perfetta sintonia a proposito della legge elettorale da dare al popolo italiano".

C’è molta preoccupazione dentro e fuori del PD, il presunto accorso tra i due leader sta provocando una probabile crisi nella maggioranza, sono arrabbiati quelli del NCD, e sconfortati molti dirigenti e soprattutto la base del PD, non è escluso che si consumi un’ulteriore spaccatura all'interno del partito del neo segretario Renzi, sarebbe per i reduci del PCI questa la quarta scissione, PDS, DS, Rifondazione comunista, Sinistra e libertà, tutti partiti nati dalla storia comunista. La sintonia tra Berlusconi e Renzi si confuta nel sistema elettorale spagnolo, con premio di maggioranza e quorum da raggiungere tra il 4 e 5 per cento. Qualcuno in giro per il parlamento già parla di Porcellum bis. L’atmosfera già ore prima dell’arrivo del Cavaliere era molto tesa, erano tante le persone che attendevano l’arrivo dell’auto blu di Berlusconi, e infatti all’arrivo si sono levate alte le grida, "Vergogna-vergogna", o" non si tratta con i criminali". Ma l’ex Premier è passato indenne anche a questa ulteriore prova di contestazione nei suoi riguardi. L’incontro è durato quasi due ore, e Renzi ha illustrato a Berlusconi le sue idee del sistema elettorale spagnolo con doppia soglia di sbarramento, una per le coalizioni al 4,5 per cento, un’altra all'8 per cento ai partiti, questo per far si che chi governa non subisca ricatti dai partiti più piccoli. Se all’interno del PD i malumori sono alti, per gli alleati del NCD si parla apertamente di procedura inaccettabile, infatti i neocentristi hanno sostenuto recentemente una dolorosa scissione dal loro capo di maggioranza per poter governare senza l’assillo di ricatti quotidiani, a questo punto tutto quello che Letta ed Alfano hanno costruito non serve più a nulla, molti temono che questo accordo rinsalderà le fila di Forza Italia che sembrava oramai fuori gioco, come ebbe a dire lo stesso Letta nella sua replica quando fu votata la fiducia, “la maggioranza dal paese è ormai solida indipendentemente dai suoi voti” Letta poco prima dell’incontro al vertice aveva anche messo le mani avanti, “se continua così mi dimetto” infatti sembra quasi certo che la primavera prossima sarà elettorale, Vedremo se Renzi accetterà l’election Day cui aspira Berlusconi.

Letto 809 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense