21 Maggio 2019
RSS Facebook
Mercoledì, 19 Ottobre 2016 23:56

Ridiamoci su In evidenza

La popolare comica è stata condannata dal tribunale di Roma a risarcire Mara Carfagna per diffamazione. L'ex ministro: "Una sentenza che si commenta da sola"

Scritto da  Dino Scodellaro
Vota questo articolo
(3 Voti)

Quando si parla di Sabina Guzzanti, la mascella già si prepara a dilatarsi per pemrette grasse (e gorsse) risate. In verità, in questo caso però, c'è poco da stare allegri. Il punto è questo: quarantamila Euro sarebbe la cifra che Sabina Guzzanti dovrà pagare all'ex ministro Mara Carfagna per le affermazioni ritenute diffamatorie pronunciate dall'attrice durante il "No Cav Day", che fu organizzato a piazza Navona, a Roma, nel 2008.

 

Per il giudice va sanzionato uno stornello in cui la Guzzanti, facendo il verso a una canzone romana, alludeva in forma di parodia a presunti rapporti tra l'allora presidente del consiglio Silvio Berlusconi e la ex ministro (era il periodo in cui circolavano le presunte intercettazioni "hot" che coinvolgevano il cavaliere e l'esponente dell'allora Pdl). Una frase in particolare è stata ritenuta anche diffamatoria da parte del Tribunale. Per la giustizia capitolina, insomma, "In relazione alla gravità dell'offesa e della diffusione pubblica della medesima" e per "aggressione gratuita a personaggio pubblico" la Guzzanti dovrà adesso versare 40 mila Euro a Mara Carfagna. Quarantamila euro per danni morali.

 

"E' una sentenza che si commenta da sola - dice al telefono Mara Carfagna, dopo un "no-comment" iniziale - Mi limito solo a dire che la sentenza ha stabilito due principi fondamentali. Il primo è che le intercettazioni di cui si parlava non esistono. Il secondo: la satira non può dileggiare l'onore e la reputazione di un personaggio pubblico". A fine giornata arriva il commento della Guzzanti che pubblica una lettera sul suo sito. Ripete più volte di avere avuto torto, ma elenca una serie di motivi che l'hanno spinta ad attaccare la Carfagna. "Ho avuto torto non è un titolo sarcastico, è la verità. Ho offeso la Carfagna. Per la verità ho insultato Berlusconi, ma la Carfagna ha tutto il diritto a sentirsi offesa", scrive la Guzzanti. Poi dicono che i giudici sono di sinistra. Ridiamoci su và, è proprio il caso di dire meglio farci una risata.

Letto 1017 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

Rolex Capri Sailing Week dal 10 al 18 maggio

29 Aprile 2019
Rolex Capri Sailing Week dal 10 al 18 maggio

Manca davvero poco per l’ evento dell’anno: la Rolex Capri Sailing Week, evento di attrazione internazionale che apre la stagione velica nel Mediterraneo. Parteciperanno quasi 150 barche e 1.500 velisti provenienti da ogni...

Gran Premio lotteria n.70

28 Aprile 2019

Il Gran premio di Agnano spegne 70 candeline. La longevità di questo avvenimento sportivo e mondano è dovuto soprattutto allo sforzo immane del Presidente D’Angelo e del suo staff. L’ ippodromo è in...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense