19 Luglio 2019
RSS Facebook
Martedì, 24 Febbraio 2015 20:35

Trasporti: guerra al TAR tra Pozzuoli e Napoli

Finisce al TAR la questione delle nuove tariffe dei trasporti

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)

L’avvocato Giuseppe Sartorio su mandato del Comune di Pozzuoli ha presentato un voluminoso quanto dettagliato dossier al Tribunale Amministrativo Regionale ove si chiede la sospensione immediata dei titoli di viaggio meglio conosciuti come TIC.

Secondo l’Amministrazione Comunale di Pozzuoli i cittadini di tutta l’area Flegrea sono fortemente penalizzati dalle nuove tariffe, e di fatto è stata creata una cosiddetta gabella “città di Napoli”. Il motivo per cui il legale fonda il suo ricorso è dovuto al fatto che il kilometraggio per chi passa per Napoli, proveniente dalla zona Flegrea è più caro di circa il 20% di altre linee che perseguono la stessa distanza, per cui per andare da Pozzuoli a Torre del Greco si spendono 3 euro e venti centesimi, viceversa per andare da Pozzuoli a Castel Volturno, che è la medesima distanza, si pagano 2 euro e 80 centesimi, secondo il legale dell'amministrazione flegrea questa è una “schizofrenia tecnica del piano tariffario”

Rincara la dose anche, Vincenzo Figliolia Sindaco di Pozzuoli  "il nuovo piano tariffario è fortemente discriminatorio anche secondo i nostri legali dei diritti di tutti i cittadini flegrei è un pasticcio enorme fatto dall'assessorato regionale ai Trasporti “

Le nuove tariffe sono da subito sembrate penalizzanti e non solo per i cittadini dell’area flegrea, ma anche per i cittadini di Napoli stessa, infatti con il vecchio biglietto a 1 euro e 20 si aveva una circolazione per 90 minuti e su tutte le linee indipendentemente dal mezzo usato, ora invece il biglietto è aumentato di trenta centesimi, ma nello stesso tempo non si possono prendere per due volte la metropolitana, la funicolare e la Cumana, quindi per andare a fare una commissione da Bagnoli a Piazza Garibaldi attraverso il viaggio in metropolitana si dovrà spendere 1 euro e venti per andare e altrettanto per tornare, per scendere dal Vomero a Piazzetta Augusteo stesso discorso, la scelta alternativa è scendere con la funicolare e tornare al Vomero con un bus, il che è praticamente impossibile, viste le attese che si devono sopportare per alcune linee tranviarie. Anche questa appare una “schizofrenia”, per dirla come l’Avvocato Sartorio, peraltro un regolamento bizzarro che esiste solo a Napoli, un biglietto non a tempo ma a secondo del mezzo che si usa

Letto 1044 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense