23 Aprile 2019
RSS Facebook
Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 253
Giovedì, 29 Gennaio 2015 10:57

Isis-Giordania: contrordine, per gli ostaggi tutto in alto mare

Grande apprensione per gli ostaggi. False le notizie diffuse ieri sullo scambio di prigionieri.

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)

Ieri tutte le agenzie di stampa arabe, e anche molte di quelle occidentali avevano annunciato che la vita del pilota giordano Muadh Kassasbe e del reporter giapponese Kenji Gotononché della miliziana Sajida Rishawi, che attende l’esecuzione nelle carceri giordane, erano salve.

Le agenzie sono andate oltre affermando che i condannati a morte erano già al sicuro.

Invece la facenda si tinge di giallo, dalla Giordania si fa sapere che non è affatto vera la notizia che la donna Sajida Rishawi fosse stata liberata, e quindi la situazione sta precipitando. Il reporter giapponese, che l’Isis sta usando come macabro portavoce delle loro richieste, è stato costretto a far sentire la sua voce pregando il Governo giordano a liberare al più presto la donna condannata a morte da Amman altrimenti il pilota sarà ucciso al tramonto di questa sera, incerta la sua stessa sorte.

Iil Governo di Tokio fa sapere che non accetterà mai nessun ricatto o accordo con i terroristi, ma ieri il Premier si era recato in Siria per cercare di convincere la Giordania a far liberare l’ostaggio giapponese.

Da Amman giungono notizie che il governo non rilascerà mai la donna per tre motivi: il primo che non è intenzione del governo di trattare con i terroristi, il secondo che non è chiaro se l’Isis dopo la liberazione di Sajida Rishawi, intenda liberare pilota e reporter, infatti in tutti i messaggi si parla di “salvare la vita” e non restituire la libertà degli ostaggi, e terzo che non c’è ancora autenticità sul messaggio ultimatum.

A questo punto si comincia a intravedere una fine della faccenda a tinte fosche. L’idea che sta prendendo corpo nell’opinione pubblica giordana è che se davvero l’Isis e la Giordania sono in guerra, come entrambe dichiarano, lo scambio dei prigionieri ci può stare, è consuetudine scambiarsi i prigionieri in tutte le guerre, ma il problema per la Giordania è proprio questo: ma il reporter e il pilota saranno davvero liberati dopo la scarcerazione della condannata a morte Sajida Rishawi? O si sta andando incontro ad un ennesima barbarie condita pure dalla truffa?

Letto 777 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

Vittorio del Tufo porta la magia di Napoli a Scampia

16 Aprile 2019
Vittorio del Tufo porta la magia di Napoli a Scampia

Ieri, 16 aprile, Vittorio del Tufo, da tempo impegnato anche come scrittore, ha presentato il suo ultimo libro "Napoli magica" nel teatro dell'Istituto Vittorio Veneto - alberghiero e tecnico turistico, di Scampia.

Tito e Giulio Cesare al Teatro Bellini

23 Marzo 2019
Tito e Giulio Cesare al Teatro Bellini

Si conclude alla grande il doppio spettacolo Tito e Giulio Cesare al Bellini. Applausi a scena aperta del folto pubblico che quotidianamente affolla platea e palchi dello storico teatro. Giulio Cesare e Tito...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense