23 Gennaio 2019
RSS Facebook
Mercoledì, 12 Novembre 2014 13:57

Contro de Magistris scende in campo addirittura il governo

Il Governo insiste contro de Magistris, intanto l’Italia affoga sotto il fango

Scritto da 
Vota questo articolo
(6 Voti)

Angelino Alfano che tanto si era battuto affinché il Prefetto di Napoli rimuovesse e al più presto dal suo incarico il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, oggi, insieme a tutto il Governo, ha addirittura presentato un ricorso contro la decisione del Tar di reintegrarlo perché la legge Severino con molta probabilità non riguarda il caso partenopeo, il TAR ricordiamo che ha rigettato la sospensione invitando chi di dovere a verificare la situazione di sospensione.

Questa decisione, probabilmente imprevista dai più, e soprattutto dalle opposizioni in città, da subito ha scatenato una serie di azioni tutte protese a lavarsi la faccia dallo smacco subito. Pochi minuti fa il gabinetto ha deciso di fare ricorso contro la decisione del TAR, la notizia è stata affidate alle agenzie di stampa dallo stesso Sindaco di Napoli.

A questo punto sorgono spontanee molte domande, siamo di fronte, non ad un accanimento giudiziario contro la persona, ma contro la città e i suoi cittadini, Lettieri, forse non contento dell’ultima batosta elettorale, sin dal giorno di annullamento di sospensione, ha dato battaglia, appellandosi ai soliti temi tanto cari alla destra, ha tuonato contro l’impossibilità di uscire di casa in quanto la delinquenza a Napoli è ormai oltre ogni confine, e con molta franchezza non si capisce cosa condividano l’ordine pubblico con il Sindaco di una città che non è né Questore né Prefetto, Lettieri si è anche appellato ad un ricorso presentato da un’associazione, MDC, un movimento apparentato a quello dei consumatori, che ha impugnato la sentenza del TAR.

Ci duole pensare che tutta questa fretta di liberarsi di un Sindaco scomodo e certamente contro le logiche clientelari abbia grandi interessi, sopratutto nel triangolo -Bagnoli, rifiuti e la terra dei fuochi-, in più gli incidenti accaduti recentemente a Bagnoli hanno accelerato nei piani alti della politica la decisione di lasciare il Sindaco e di conseguenza la città soli.

Appare anche singolare che il Governo, che in questi giorni dovrebbe bacchettare sindaci e governatori di città che affogano sotto il fango, si preoccupino di de Magistris, non per una questione di principio, ma di più, gli interessi intorno a Napoli sono enormi, di conseguenza è meglio che a gestirli siano i soliti noti.

Letto 1807 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

QUI SALVINI NON PUÒ ENTRARE

29 Ottobre 2018
QUI SALVINI NON PUÒ ENTRARE

Affisso in un ristorante di Napoli un divieto di entrata per Matteo Salvini. Il manifestino sulla porta è fin troppo chiaro: c’è la faccia di Salvini con un netto segnale di divieto...

Il Don Giovanni di Mozart secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio

25 Ottobre 2018
Il Don Giovanni di Mozart secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio

Applausi a scena aperta per il ritorno al teatro Bellini dell'Orchestra di Piazza Vittorio che dedica ancora a Mozart il suo nuovo spettacolo teatrale: Il Don Giovanni, il nuovo lavoro firmato dall'orchestra più...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense