22 Agosto 2019
RSS Facebook
Venerdì, 08 Novembre 2013 18:40

Città della Scienza riparte col Cervello

E' stato inaugurato ieri Futuro Remoto 2013 per riconsegnare il polo scientifico di Bagnoli alla città e soprattutto ai bambini. Ricominciano le attività, dopo l'incendio doloso dello scorso 4 marzo

Scritto da 
Vota questo articolo
(17 Voti)

La Città della Scienza torna al suo antico splendore. Riapre i battenti con la 27esima edizione di "Futuro Remoto", la mostra interattiva, fiore all'occhiello da anni del laboratorio scientifico di Bagnoli. Sarà una mostra interamente dedicata al Cervello con esibizioni, installazioni, giochi e filmati, che ne svelano il funzionamento, la sua complessità, la chimica e la biologia, il ruolo che ha la memoria, ma anche il mondo dei sentimenti e del ragionamento. In contemporanea sarà aperta anche una piccola esposizione proveniente dall'Australia, intitolata "Cuccioli e uova di dinosauri".

Abbiamo chiesto al conduttore televisivo, giornalista e direttore scientifico di "Futuro Remoto 2013", Alessandro Cecchi Paone cosa rappresenta la riapertura di Città della Scienza: "E' una rinascita, è il segno che non c'è modo di fermare l'attività legata alla scienza, alla cultura, alla ricerca, alla curiosità, alla diffusione del sapere. Possono tentare in tutti i modi, in questo caso con un incendio doloso, a bloccare questa attività, ma vogliamo dimostrare che non è possibile. E quindi anche in attesa di una ricostruzione, anche utilizzando delle strutture provvisorie, siamo qui e io ho accettato con entusiasmo di essere il direttore scientifico di questa manifestazione". Un modo per fare cultura è soprattutto essere vicino ai più piccoli, che imparano forse anche più velocemente nuovi strumenti di conoscenza e di cultura, di modernità. "Sì, anche perché sono loro che ci chiedono questo. Il cervello, visto che questo è il tema di quest'anno, il cervello dei più piccoli è di una plasticità, di una curiosità e disponibilità a cambiare imparando, che è stupefacente ed è la grande forza della specie umana. Quindi sono loro che chiedono a noi adulti 'riempiteci di stimoli e poi noi li processeremo' grazie al cervello più plastico che esista in natura".

Alla riapertura di Città della Scienza era presente anche il console generale degli Stati Uniti d'America a Napoli, Colombia A. Barrosse, che ha manifestato entusiasmo per l'evento: "Io sono molto molto contenta di poter condividere con tutti gli amici italiani oggi questa giornata importantissima per rilanciare la scienza, l'educazione alla scienza qui a Napoli e nel sud".

Il consigliere delegato di Città della Scienza, Vincenzo Lipardi ha sottolineato tutto quello che la città ha fatto per la rinascita del polo scientifico di Bagnoli, sia in termini economici che di partecipazione attiva: "Circa quattrocentomila tra cittadini, scuole, aziende e istituzioni a vario titolo, anche con piccole donazioni, 1-3-5 euro, hanno donato circa un milione di euro. Questi soldi sono stati investiti immediatamente. Noi abbiamo avuto il dissequestro delle aree circa tre mesi fa e abbiamo voluto riaprire un pezzo importante, davvero molto bello, con 3 mila metri quadri di mostre, che saranno poi permanenti. E questi dieci giorni di Futuro Remoto con conferenze, incontri, spettacoli, per dimostrare che la cultura è più forte della criminalità".

L'inaugurazione di Futuro Remoto 2013 è stata l'occasione per festeggiare la riapertura di Città della Scienza, colpita al cuore da un incendio doloso lo scorso 4 marzo. Punto di riferimento per centinaia di bambini, famiglie e meta di pellegrinaggio scientifico per tanti napoletani, Città della Scienza in questi mesi ha ricevuto la solidarietà della sua gente e la Fondazione Idis ha potuto disporre di 700 mila euro per la ricostruzione della struttura. In più di 4000 hanno partecipato alla riapertura di Città della Scienza. In una serata piena di colori e di emozioni, artisti, attori e musicisti hanno messo a disposizione la loro creatività, mentre biologi e scienziati hanno risposto alle tante domande dei visitatori.

Letto 1500 volte Ultima modifica il Mercoledì, 02 Aprile 2014 18:38

UltimeLeggi le altre notizie notizie

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense