21 Agosto 2019
RSS Facebook
Mercoledì, 30 Ottobre 2013 17:10

Comunicare la legalità al Marano Ragazzi Spot Festival

 Presentata oggi la sedicesima edizione dell'evento che vede i ragazzi delle scuole italiane impegnati nella realizzazione di pubblicità sociale

Scritto da 
Vota questo articolo
(28 Voti)

 Si svolgerà dal 4 al 9 novembre a Marano Ritorna il Marano Ragazzi Spot Festival, la rassegna degli spot di pubblicità sociale realizzati dai ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori italiane. La sedicesima edizione dell'evento si svolgerà dal 4 al 9 novembre nella tradizionale location del cine-teatro Giancarlo Siani di Marano. La manifestazione è stata presentata questa mattina nell'Ufficio Scolastico Regionale per la Campania alla presenza del direttore generale Diego Bouché. Scende in campo la legalità e viene raccontata attraverso le telecamere e la fantasia dei ragazzi, che hanno realizzato spot televisivi, ma anche attraverso tante altre performance artistiche, come il teatro, la musica e la fotografia. I ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado hanno l'opportunità di promuovere valori importanti come la legalità, la pace, la giustizia sociale, la difesa dell'ambiente, il dialogo interculturale e interreligioso. E' una festa che mette al centro un messaggio educativo, un riscatto sociale. "Sarà inevitabilmente il Festival dei ragazzi" - sottolinea il direttore artistico dell'evento, Rosario D'Uonno -. Quest'anno a Marano è prevista la partecipazione di 15 mila ragazzi provenienti da tutte le regioni d'Italia. Quest'ultima edizione sarà dedicata al cinquantenario del celebre discorso di Martin Luther King al Lincoln Memorial, quando pronunciò la famosa frase 'I have a dream', 'io ho un sogno'. A quel sogno, a quegli ideali di giustizia, uguaglianza e libertà, vogliamo dedicare la sedicesima edizione del Marano Ragazzi Spot Festival. In fondo, per costruire un mondo diverso, bisogna prima di tutto sognarlo, imparare a guardarlo con occhi diversi, progettarlo attraverso l'impegno quotidiano. A Marano quest'anno, ogni ragazzo avrà la responsabilità di far parte di questo grande sogno, di disegnarne un pezzo.

Con gli spot, i filmati, il teatro e la musica, tutti saranno parte della bellissima sinfonia di fratellanza, delle emozioni e della poesia che il festival saprà regalare". Alla presentazione del Marano Ragazzi Spot Festival, l'assessore alle Politiche giovanili del Comune di Napoli, Alessandra Clemente ha portato anche la voce del Coordinamento campano dei familiari delle vittime della criminalità. Una giornata del Festival, l'8 novembre, sarà dedicata esclusivamente a loro. Al Teatro Siani, quel giorno andranno in scena proposte teatrali, video e momenti di riflessione racchiusi in un evento dal titolo "Sguardi di memoria". Come ogni anno, sarà realizzato poi uno spot da inviare alle reti televisive il prossimo 21 marzo, in occasione della giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie. "In un momento storico così buio, non pesa solo la crisi economica, ma vacillano anche i tradizionali valori di riferimento - racconta l'assessore Alessandra Clemente -. Nella nostra società ci sono molti esempi pericolosi, devianti. Le istituzioni hanno il dovere di dare ai ragazzi modelli e alternative reali. E il Marano Ragazzi Spot Festival offre qualcosa di concreto. Dare la possibilità alle nuove generazioni di parlare di legalità è importante. Offre una speranza reale di vita migliore". Presenza immancabile alla presentazione del Marano Ragazzi Spot Festival è quella di Geppino Fiorenza, referente regionale in Campania dell'associazione Libera. "I temi della legalità si affrontano 365 giorni l'anno - ricorda Geppino Fiorenza -. E' importantissimo legare queste tematiche alla fantasia, alla creatività dei ragazzi. Qui è importante parlare di cultura, scienza e disciplina. Quando parliamo di legalità, bisogna saper coniugare i saperi disciplinari con tutte le altre attività. Marano Ragazzi Spot Festival può dimostrare quanto le nuove generazioni sono capaci di riaffermare il valore importante della legalità. Le logiche della creatività e della fantasia dei ragazzi ci permettono di dire che la logica della vita vince sulla logica della morte. Ed è importante aggiungere all'esigenza di dare cultura ed educazione a questi ragazzi, anche la parola felicità perché Libera combatte la camorra e le mafie, ma soprattutto afferma il principio di una vita libera e felice". In sei giorni, la cittadina di Marano si prepara ad accogliere ragazzi desiderosi di esprimere concetti forti attraverso l'arte in tutte le sue espressioni. La scuola riscopre il suo ruolo educativo e sociale, mentre i ragazzi diventano i veri protagonisti di un'evoluzione della comunicazione. Laddove comunicare significa anche inviare i messaggi giusti nel segno del rispetto reciproco e per la costruzione di un mondo più accogliente.

Letto 1863 volte Ultima modifica il Mercoledì, 19 Febbraio 2014 15:00

UltimeLeggi le altre notizie notizie

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense