16 Dicembre 2018
RSS Facebook
Giovedì, 13 Ottobre 2016 23:08

Quando si dice "i tedeschi" In evidenza

La Merkel, durante alcune dichiarazioni a tutto tondo, esprime apprezzamento per le riforme italiane e confida che da soli troveremo la via della tranquillità

Scritto da  Dino Scodellaro
Vota questo articolo
(2 Voti)

In questo mite Autunno c'è molta confusione, anche perché non sappiamo bene cosa ci attende in Inverno. Probabilmente una campagna elettorale per giungere al referendum e poi alle elezioni politiche del 2018 ma tra tante incertezze, una cosa è sicura: la Germania non vuole entrare nelle faccende italiane, sia finanziarie che politiche. Lo ha sottolineato la cancelliera tedesca Angela Merkel interpellata sull'ipotesi che l'Italia chieda l'intervento del fondo salva-stati per far calare lo spread. "L'Italia deciderà da sola", ha risposto, ribadendo che con il premier Renzi non ha discusso di eventuali richieste di aiuti all'Esm. A proposito di una recente telefonata tra i due leader, Merkel ha dichiarato che "abbiamo discusso della situazione generale, non di una richiesta specifica". "L'Italia- ha detto la Merkel- prende da sola le decisioni che la riguardano e non mi esprimo quindi sulla proposta del presidente della Confindustria". Vincenzo Boccia aveva, infatti, insistito perché l'Italia faccia ricorso agli aiuti Esm. Merkel ha spiegato che l'argomento non è stato affrontato nella recente telefonata con Renzi. "Abbiamo parlato della situazione generale e non di una eventuale applicazione" del meccanismo anti spread, "abbiamo convenuto che vogliamo che la situazione in eurozona si evolva in maniera sensibile". Sempre a proposito del nostro Paese, la Merkel ha espresso ancora una volta la sua ammirazione per il governo Renzi (lo faceva anche con Monti). "L'Italia- ha detto la cancelliera- ha fatto le sue riforme in modo molto coraggioso ed è andata molto avanti".

 

Quanto a un eventuale ritorno di Silvio Berlusconi alla guida del Paese la cancelliera è stata diplomatica: "'Rispetto i risultati delle elezioni in tutti i paesi e mi concentro sulle questioni della mia sfera d'influenza". Relativamente alle critiche espresse dall'ex premier italiano sulla conduzione delle politiche anticrisi in Europa, e in particolare sul ruolo che dovrebbe avere la Bce, Merkel ha detto: "I confini della Bce sono molto chiari". Parlando invece del ruolo della Bce, la cancelliera ha sottolineato che l'Eurotower "non dovrebbe avventurarsi nel regno della politica fiscale".

 

A proposito dell'opposizione del presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, al programma di acquisto di titoli di stato varato da Francoforte (il cosiddetto "piano anti-spread"), Merkel ha affermato in conferenza stampa che "Weidmann si preoccupa perché venga assicurata una soluzione sostenibile alla crisi" e che ha comunque il pieno diritto di "esprimere in pubblico la sua opinione". I paesi dell'eurozona, ha aggiunto, "non possono deludere" muovendosi con troppa rapidità per dare vita a un meccanismo di supervisione bancaria unico, in quanto è importante adottare "misure credibili" piuttosto che "agire velocemente". Secondo Merkel la supervisione bancaria unica è il presupposto necessario perché l'Esm possa prestare denaro direttamente alle banche ma è "improbabile" che si possa giungere a questo traguardo prima dell'anno prossimo. Saranno più seri di noi i tedeschi?!? C' è da fidarsi!?!

Letto 601 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

QUI SALVINI NON PUÒ ENTRARE

29 Ottobre 2018
QUI SALVINI NON PUÒ ENTRARE

Affisso in un ristorante di Napoli un divieto di entrata per Matteo Salvini. Il manifestino sulla porta è fin troppo chiaro: c’è la faccia di Salvini con un netto segnale di divieto...

Il Don Giovanni di Mozart secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio

25 Ottobre 2018
Il Don Giovanni di Mozart secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio

Applausi a scena aperta per il ritorno al teatro Bellini dell'Orchestra di Piazza Vittorio che dedica ancora a Mozart il suo nuovo spettacolo teatrale: Il Don Giovanni, il nuovo lavoro firmato dall'orchestra più...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense

ILeggi le altre notizie nostri sostenitori

Clicca su uno dei banner e visita il sito