20 Luglio 2019
RSS Facebook
Venerdì, 19 Giugno 2015 10:16

Obama non ha più tempo In evidenza

Il Presidente alle prese con un paese diviso a metà potrebbe essere decisivo per la elezione del prossimo leader

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)

Il Presidente Obama non usa mezzi termini, la strage di Charleston lo ha colpito due volte, la prima per la lotta contro la libera vendita delle armi, la seconda perché tra i morti c’è una sua antica amicizia, il pastore Clementa Punckney, e nel ricordarlo commosso ha detto “era forte abbastanza da vivere fino ad oggi”.

Il pastore Clementa Punckney doveva far parte dello staff di consiglieri della Casa Bianca, ma poi si limitò solo a portare tantissimi voti alle sue due elezion all'attuale Presidente e. ha sempre preferito restare tra la sua gente e non cedere alle lusinghe dei salotti del potere.

Obama sin dal suo insediamento alla Casa Bianca ha cercato di limitare l’uso indiscriminato delle armi dovuto alla libera vendita.

Con la riforma sanitaria e la fine del disgelo con Cuba Obama aveva in testa anche altri cambiamenti epocali per gli USA, a cominciare proprio dalla libera vendita di armi. Obama ha sempre dovuto rimandare l’approdo ad una legge almeno meno permissiva dell’attuale completamente libera, le lobby dei fabbricanti di armi e nello stesso suo partito hanno affilato le armi al solo immaginare l’apertura di un dibattito.

La crescente situazione razziale, che sta scuotendo negli ultimi tempi l’America, però sta costringendo i candidati Presidenti a prendere una posizione, Obama ieri ha detto che il sistema di armi in America deve cambiare, toccando così capisaldi anche costituzionali, chiunque in America può possedere armi che servirebbero soprattutto in casi di legittima difesa.

Le parole di Obama ieri si sono materializzate come un macigno sui candidati sia di uno schieramento, sia dell’altro a prendere una posizione, i tempi sono cambiati, e la popolazione comincia a non essere più convinta dell’attuale sistema.

Quello delle armi è un argomento decisivo che può decidere le sorti dell'elezione. Fino ad ora nessuno dei candidati, la Clinton compresa, ha espresso opinione sulle parole del Presidente a fine corsa.

Se l'impedimento al terzo mandato non ci fosse, con altri e quattro anni a disposizione probabilmente Obama avrebbe messo mano a questa legge e l'avrebbe cambiata, ma ora e tardi ed è costretto a passare la patata bollente al suo successore.

Le armi in America si comprano con la stessa facilità di un pacchetto di sigarette, infatti il padre dell pluri assassino Dylann Roof ha regalato a suo figlio la pistola per il suo ventunesimo compleanno.

La pistola del compleanno è servita a far morire nella chiesa più importante degli afro americani 19 persone e di questo il Paese si deve chiedere il perché.

Da uno studio effettuato da analisti di mezzo mondo l’America appare come un Paese diviso a metà come una mela tagliata, i neri e i bianchi, i ricchi e i poveri, i repubblicani e i democratici, se la parte nera si staccasse dagli USA, sarebbe un Paese da terzo mondo, povero, con poca istruzione, malato e con poche prospettive. Tutto questo sta emergendo alla luce nonostante otto anni di Presidente afroamericano

Letto 899 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense

ILeggi le altre notizie nostri sostenitori

Clicca su uno dei banner e visita il sito