21 Agosto 2019
RSS Facebook
Giovedì, 10 Marzo 2016 00:00

Intervista Avv. Riccardo Polidoro, responsabile nazionale dell'Osservatorio Carcere dell'Unione delle Camere Penali Italiane

- Lei è il responsabile dell'osservatorio carcere una struttura che nasce nel 2006 ce ne parli.

L’Osservatorio Carcere, costituito nel 2006, è una struttura composta dal responsabile di Giunta preposto alla sezione carcere e da un gruppo di lavoro i cui componenti sono esterni alla Giunta e da essa nominati, dei quali uno svolge la funzione di coordinatore.

L’Osservatorio Carcere e le strutture decentrate (rappresentate dai Referenti locali delle Camere Penali) studiano i problemi normativi e pratici dell’ordinamento penitenziario e della realtà carceraria, seguono la produzione legislativa in materia penitenziaria, organizzano e attuano il monitoraggio della situazione carceraria attraverso le visite dei singoli istituti penitenziari, e  propongono interventi alla Giunta.

- 3 anni dopo la sentenza Torreggiani , nella quale 7  detenuti provenienti dagli istituti di busto arsizio e piacenza  hanno fatto ricorso contro lo stato italiano per violazione dell'articolo 3 della convenzione europea ovvero la proibizione di trattamenti inumani e degradanti. E dopo la condanna della corte di strasburgo, cosa è cambiato all'interno del sistema carcerario italiano ?

C'è sicuramente una volontà di modificare l'esecuzione penale in Italia. La risoluzione del problema delle carceri italiane è solo agli albori.

- Il ministro della giustizia Orlando nel suo intervento il 18 aprile scorso alla chiusura degli stati generali dell'esecuzione penale a rebibbia ha parlato di una riduzione del sovraffollamento carcarario di circa il 50 % rispetto ai dati del 2013. Vi è realmente un ridimensionamento dell'emergenza?

  Per il sovraffolamento sono stati fatti passi avanti notevoli l'Europa ha riconosciuto un calo del 17 per cento ma l'italia rimane tra i paesi con un tasso di sovraffollamento esorbitante. Se è vero che il sovraffollamento è diminuito è vero che noi come Osservatorio Carcere visitiamo spesso le strutture detentive e siamo a contatto con situazioni a dir poco  allarmanti. Invito i lettori ad andare sul sito unione camere penali dove c'è una sezione camere tv, dove è possibile vedere filmati girati all'interno delle strutture carcerarie, filmati recenti, che mostrano le situazioni raccapriccianti di cui parlo, celle che non rispettano i mq della norma, non viene attuato il regime celle aperte, bagni piccoli dove si cucina dentro.

-Cosa è cambiato?

Oggi sicuramente se ne parla, sono stati convocati anche gli Stati Generali. Ai quali ho partecipato al tavolo di discussione numero 16 ora i tavoli hanno finito il loro lavoro e il comitato scentifico sta elaborando un rapporto complessivo. Mi auguro che qualcosa si faccia realmente.

-in italia il tasso di recidiva del reato è del 56% uno dei tassi più alti d'europa, è chiaro dunque che vi sia una carenza nel sistema in riguardo alla reintegrazione del reo dopo aver scontato la pena, in che modo prevenire?

Le statistiche hanno costantemente dimostrato che il detenuto che sconta la pena con una misura alternativa ha un tasso di recidiva bassissimo, mentre chi sconta la pena in carcere torna a delinquere, con una percentuale alta.  Occorre convincere l’opinione pubblica che con le pene alternative si abbattono i costi della detenzione, si riduce la possibilità che il detenuto commetta nuovi reati, con aumento della sicurezza sociale. Si sconfigge il deleterio “ozio del detenuto”, che invece potrebbe essere avviato a lavori socialmente utili con diretto vantaggio per l’intera comunità.

Scritto da  Anna Carla Boregg
Vota questo articolo
(0 Voti)
Letto 419 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense