20 Settembre 2019
RSS Facebook
Giovedì, 13 Febbraio 2014 12:27

La resa dei conti o la resa delle idee?

Oggi si riunisce la direzione del Pd, ore cruciali sul futuro del Governo Letta, delusione per chi credeva che le cose stessero per cambiare

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Chi credeva che avremmo assistito ad un cambiamento epocale con molta probabilità si sbagliava. Ci sono una serie di questioni rimaste irrisolte, a cui bisognerebbe porre alcune domande. Renzi, forte del suffragio delle primarie, il voto degli iscritti e simpatizzanti del Pd, si sta comportando da vero leader. Ma ci sono alcune incongruenze, vediamole. Renzi ha cominciato la sua battaglia anni or sono annunciando urbi et orbi di essere contrario ai mestieranti della politica, che dopo due legislature si sarebbe dovuto tornare a casa e finirla con il Parlamento. Questa dichiarazione ebbe molto effetto tra i militanti e non, però ha lasciato il dubbio in non pochi cittadini negli incontri con Berlusconi, che della politica ne ha fatto il suo mestiere, è lì da venti anni e perdiamo il conto delle elezioni ove ha vinto e perso, con uno eletto più di due volte ha stretto patti e accordi e trovato sintonia, se uno pretende di avere il giardino di casa propria pulito, dovrebbe avere la stessa pretesa dagli altri di cui è circondato, invece quel che vale, o speriamo valga per il suo partito non vale per gli avversari, non ha cercato il nuovo, affidandosi ad un Politico che ha in corso innumerevoli processi, tra cui il più infamante quello dell’acquisto di Deputati e Senatori per mettere in ginocchio un governo legittimato dal voto popolare. Renzi ancora in questi giorni ha detto di fidarsi di Letta e che è contrario assolutamente a rimpasti e governicchi, ha più volte detto che vuole andare al governo attraverso il voto popolare, qualora dovesse arrivare al Governo facendo fuori Letta avremmo una situazione che in Italia si verifica almeno da oltre trenta anni, i governi si facevano e disfacevano per simpatia o antipatia, o peggio per interessi personali. Renzi ha più volte assicurato che non gli interessano poltrone e sedie di sottosegretari, ma i bene informati assicurano che già è pronta una lista di Ministri e Viceministri.

Renzi ha gridato ai quattro venti che mai e poi mai avrebbe messo i bastoni a Letta assicurandogli in cambio ruoli istituzionali di prim’ordine, ma sempre da i bene informati ascoltiamo che per Letta ci sarebbero pronti o un ministero, quello degli Esteri, come si faceva negli anni della prima Repubblica, o addirittura di Commissario Europeo che è un affare non solo italiano, ma appunto europeo. Renzi ha affermato che i problemi degli italiani sono altri che quelli che il palazzo crede siano, ma invece di farci sapere subito dove intende tagliare, spese militari, missioni di pace, strutture fatiscenti nel Paese che potrebbero essere messe all’asta, abolizioni dei ticket sanitari, riduzione dei costi per i viaggi dei pendolari, un paniere che preveda spese contenute per gli alimenti di prima necessità, quanto intenda investire sulla scuola pubblica e togliere alla scuola privata, e altre urgenze ci fa invece sapere che la prima prerogativa del Paese è la legge elettorale che consenta a chi vince di governare tranquillo. Ci sarebbe piaciuto che essendo il segretario del primo partito d’Italia avesse voluto consigliare a Letta il lavoro da fare, cambiare governo, sic et simpliciter sa tanto di vecchio, e da lui che del nuovo ha fatto la sua bandiera e la sua vittoria sembrerebbe davvero strano. Così come ci sembra strano che nello stesso progetto di Letta, il rilancio per l’Italia non ci sia traccia di cosa realmente si voglia fare non tanto per uscire dalla crisi, ma come intende risolvere i problemi che attanagliano il Paese, prima di tutto la fame, perché oggi quello è il problema degli italiani, mettere due volte al giorno un piatto a tavola.

Letto 907 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

Eccellenze reali a Capri con Universiadi

17 Luglio 2019
Eccellenze reali a Capri con Universiadi

L’Universiade approda sull’Isola Azzurra. Il 5 luglio circa cento delegati in arrivo a Capri (NA) e da ogni angolo del mondo per “Capri incontra l’Universiade”. Un evento organizzato da Eccellenze Reali al Gran...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense