23 Marzo 2019
RSS Facebook
Mercoledì, 13 Aprile 2016 18:22

Non si può accontentare tutti In evidenza

L'immobilismo dei due maggiori partiti fa parte di una strategia ben precisa. Trarre vantaggio dai passi falsi degli altri

Scritto da  Dino Scodellaro
Vota questo articolo
(1 Vota)

Osservando lo scenario politico italiano, nazionale ed internazionale, è praticamente quasi impossibile accontentare tutti! E’ proprio nella vita di tutti i giorni, che piacere a tutti risulta essere una chimera quasi irraggiungibile, però i partiti cercano di fare il possibile per accaparrarsi più consensi possibili e quindi lasciano l'onere di fare la parte del leone ai partiti coinvolti nel marasma attuale, che dal canto loro si limitano a commentare che non è così, che tal cosa è giusta o sbagliata (quasi sempre sbagliata, figurarsi). Mentre Forza Italia annuncia grandi stravolgimenti, tipo dovessero arrivare gli alieni, si affianca alla finestra insieme al PD e guarda la Lega andare a pezzi. Mentre va a pezzi, questi due partiti alla finestra si limitano a commentare i fatti del giorno. Ad esempio la scomparsa di Casaleggio. Co-fondatore dell'altro partito nel marasma: il Movimento 5 stelle. Beppe Grillo ha avuto la brillante idea di spiegare placidamente e candidamente che la finanza mondiale miete più vittime della mafia e tutti su a dirgli contro.

 

Era impossibile lasciarsi sfuggire il mezzo passo falso di un movimento che non si arresta neanche un giorno di acchiappare consensi "rubando" voti a destra e a sinistra. L'aizzatore di folle andava fermato e dunque quale migliore occasione di sfruttare una frase giustissima ma espressa in maniera poco felice. Lo spettatore meno attento avrà potuto capire che Beppe Grillo avrebbe detto che la mafia è meglio della politica e così si sarebbe allontanato da questo movimento che fa paura a tutti. Tutto questo secondo loro: PD, Forza Italia e per l'occasione si aggiunge alla finestra anche il NCD (salvo poi ritrattare). Il PD e Forza Italia forti dei loro voti dei fedelissimi non se la sentono di rischiare nulla e sperano che Lega e Movimento 5 stelle facciano da soli. D'altronde quando si fa qualcosa, qualsiasi cosa, si rischia di scontentare qualcuno. I stessi sostenitori del carroccio sono divisi su quale leader sia meglio e nel Movimento 5 stelle c' è chi non approva la linea di Grillo che va ostentando in tutte le piazze italiane con un certo pathos. Ripetendo il solito slogan "Uscire dall'Euro sarebbe la salvezza”. Una cosa così è ovvio che non può trovare un plebiscito.

 

Però neanche poi i sostenitori del PD e/o di Forza Italia sono contenti che i loro partiti stiano fermi. Ma vedendo chi si è mosso in questi anni, e si è mosso alla pari bene e male, sembra che gli italiani si siano stancati di quelli che si muovono e rotti di quelli che stanno fermi. Non vogliono politici, non vogliono apolitici, non vogliono populisti e non vogliono anarchici. Berlusconi, tornato in campo in grande stile, prova ad attirare a se consensi appoggiando Bertolaso, che la folla continua ad acclamare ai congressi. Come contraltare c'è persino chi rimpiange Marino. La memoria fa male, diceva lo stesso Grillo qualche anno fa (citando i motivi della crisi del medio-oriente, che si uccidono per motivi risalenti a tempi non nostri), ma su questo può stare tranquillo. L' Italia ha poca memoria.

Letto 575 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

Con tutto il cuore di Salemme

06 Marzo 2019
Con tutto il cuore di Salemme

Stasera al Teatro Diana ritorna Vincenzo Salemme, con la commedia "Con tutto il cuore". Come sempre sarà il mattatore, accompagnato da Domenico ARIA Vincenzo BORRINO Antonella CIOLI Sergio D’AURIA Teresa DEL VECCHIO Antonio...

Con tutto il cuore di Salemme

06 Marzo 2019

Stasera al Teatro Diana ritorna oincenzo Salemme, con la commedia "Con tutto il cuore". Come sempre sarà il mattatore, accompagnato da Domenico ARIA Vincenzo BORRINO Antonella CIOLI Sergio D’AURIA Teresa DEL VECCHIO Antonio...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense