15 Dicembre 2017
RSS Facebook
Mercoledì, 02 Dicembre 2015 14:53

60 anni dal No di Rosa Park. Tante le iniziative in Italia che la ricordano In evidenza

La donna di colore che 60 anni fa rifiutò di cedere il posto ad un bianco su un autobus viene ricordata in tante città italiana. A 10 anni dalla sua morte

Scritto da  Dino Scodellaro
Vota questo articolo
(2 Voti)

In Italia come in tutto il mondo, da nord a sud si ricorda il “gesto” di Rosa Park. Il primo Dicembre del 1955, l’afroamericana Rosa torna a casa dopo una giornata di lavoro in una sartoria. In un gelido Giovedì sale sull’autobus a Montgomery, in Alabama, non trova posti liberi tra quelli riservati ai “negros” e si siede su uno dei posti riservati ai bianchi. Poco dopo un uomo bianco chiede alla donna di alzarsi ma lei si rifiuta. L’autista ferma l’autobus e chiama la polizia. La donna fu arrestata. Nello stesso giorno si scatenarono tantissime proteste, alcune promosse anche da Martin Luther King.

 

A 60 anni da quel gesto che cambiò per sempre la storia del razzismo negli Stati Uniti, in Italia le maggiori città la ricordano con diverse iniziative. A Torino un bus speciale percorrerà la zona centrale della città. In collaborazione con le biblioteche civice e i volontari del servizio civile, a bordo si terranno delle letture di donne straniere che hanno scritto libri in Italiano. A Roma un altro aubus sarà stazionato nel centro storico dove bambini ed adulti potranno incontrare autori e attori stranieri che leggeranno dei brani che avranno come soggetto trainante la discriminazione. Attori dalle più disparate parti del mondo saranno invece a Napoli, dove in piazza Carlo III° verrà allestito un vecchio bus restaurato dove sarà narrata la storia di Rosa Park contestualizzata ai giorni nostri. La vita di Rosa Park sarà anche al centro dell’iniziativa del Comune di Catania dove presso il lungomare della città un vecchio bus diventerà un “autobooks”, ovvero una piccola biblioteca itinerante. Il progetto rientra nell’ambito della manifestazione “Librincircolo”. In quasi tutte le altre città autobus e tram recheranno la scritta “60 Rosa Park”.

 

Anche il Ministero dei beni culturali, nella persona di Dario Franceschini ha voluto ricordare Rosa Park. Queste le parole del ministro: “Mi pare importante che ciò avvenga in questo tempo in cui la lotta al terrorismo, con tutta la necessaria fermezza, il contrasto al terrorismo e anche la lotta alle paure non devono trasformarsi in una incapacità di capire che nel mondo ci sono milioni di persone che hanno religioni diverse, con colore della pelle diverso, cultura diversa ma che stanno tutte dalla stessa parte se vogliono la pace e la convivenza”. The mother of civil rights movement come fu affettuosamente soprannominata Rosa Park è morta a Detroit il 24 Ottobre 2005. Le sue spoglie riposano in pace alla Casa Bianca, ricoperte di tutti gli onori.

Letto 723 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

In nome della rosa al Bellini di Napoli

26 Novembre 2017
In nome della rosa al Bellini di Napoli

Erano anni bui. Anni laddove si finiva al rogo per eresia semplicemente perchè si era antipatici a qualcuno. Anni dove i potenti di una famiglia erano re, cardinali e papi; Imperava la Santa...

In nome della rosa al Bellini di Napoli

26 Novembre 2017
In nome della rosa al Bellini di Napoli

Erano anni bui. Anni laddove si finiva al rogo per eresia semplicemente perchè si era antipatici a qualcuno. Anni dove i potenti di una famiglia erano re, cardinali e papi; Imperava la Santa...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense