20 Febbraio 2019
RSS Facebook
Mercoledì, 08 Ottobre 2014 21:52

Piemonte: licenziato dalla P.A. per webprostituzione, la cassazione lo fa riassumere

Finisce bene la storia di un dipendente della pubblica amministrazione che secondo le accuse si prostituiva via web

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Il web è un pianeta a parte, si naviga come si camminasse per strada, ci son piazze, ristoranti, e tante cose proprio come nella vita reale, e come in tutte le città del mondo ci sono anche escort.

Un signore, dipendente della Pubblica Amministrazione, era stato nel mondo del Web pedinato dopo che una telefonata anonima aveva avvertito i suoi dirigenti che si prostituiva e che gli annunci erano presenti nelle pagine apposite della regione piemontese.

I dirigenti hanno cercato e alla fine si son resi conto che era tutto vero, un loro dipendente aveva messo annunci per sesso a pagamento in social destinati a questo mercato.

Pochi giorni dopo il signore viene chiamato e riceve senza tanti complimenti, e con sua somma sorpresa la lettera di licenziamento.

Il signore quando ha saputo però di essere spiato nel suo mondo privato ha fatto cause ricorsi ed è finito fino alla Cassazione, la quale lo ha subito reintegrato nel suo posto di lavoro.

Nella sentenza, che ricordiamo fa precedente, si legge tra l’altro che “i dati presenti su internet sono supersensibili e protetti dalla Privacy”, insomma benché supportata da fatti e fotografie, non potevano essere prova di un suo comportamento al di fuori della legge e meritorio della perdita del posto di lavoro, inoltre nessuno può prendere informazioni sui comportamenti sessuali delle persone se sono rilevate dal web.

In effetti anche se vieni scoperto spudoratamente su Internet per un qualsiasi motivo, essendo i dati protetti dalla Privacy sono carta straccia per il pubblico, come se i fatti non fossero mai accaduti

Letto 1011 volte

UltimeLeggi le altre notizie notizie

QUI SALVINI NON PUÒ ENTRARE

29 Ottobre 2018
QUI SALVINI NON PUÒ ENTRARE

Affisso in un ristorante di Napoli un divieto di entrata per Matteo Salvini. Il manifestino sulla porta è fin troppo chiaro: c’è la faccia di Salvini con un netto segnale di divieto...

Il Don Giovanni di Mozart secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio

25 Ottobre 2018
Il Don Giovanni di Mozart secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio

Applausi a scena aperta per il ritorno al teatro Bellini dell'Orchestra di Piazza Vittorio che dedica ancora a Mozart il suo nuovo spettacolo teatrale: Il Don Giovanni, il nuovo lavoro firmato dall'orchestra più...

ILeggi le altre notizie nostri Partners

BannerLeggi le altre notizie AD Sense